Le origini della Foresta Umbra: il polmone verde del Gargano

Il Gargano è un luogo straordinario dove non troviamo solo spiagge e scorci mozzafiato, ma anche un vero e proprio polmone verde, la Foresta Umbra. Un luogo affascinante caratterizzato dalla flora e dalla fauna tipica di questo territorio cioè del Gargano.

Una elemento molto apprezzato della foresta oltre all’incantevole paesaggi ed alla frescura che è possibile apprezzare duranti i mesi più caldi dell’anno, è il silenzio. Infatti sin dall’entrata della Foresta Umbra è possibile apprezzarne i benefici. Un calma surreale, un silenzio che riempie l’ambiente e lo caratterizza completamente offrendo un’atmosfera piacevole e rilassante a tutti coloro che scelgono di visitarla.

Il polmone verde del Gargano rientra ovviamente nei confini dell’area protetta del Parco Nazionale, ciò garantisce da anni la salvaguardia del posto quasi incontaminato dall’uomo. Ci sarebbe molto da raccontare sulla Foresta Umbra, sui percorsi, sulla flora e sulla fauna e sulle curiosità di questo incredibile luogo. Affronteremo molti di questi argomenti in questo Blog, con nuovi interessanti articoli. Quindi non ti resta che seguirci per non perderti nulla!

 

Le origini della Foresta Umbra

Ma come e quando nasce questo polmone verde del Gargano? Ecco oggi cercheremo di rispondere a questa domanda. Oggi cercheremo di ripercorrere la stria di questo straordinario posto.

In base a degli studi condotti sul territorio centinaia di anni fa il Gargano era un’isola lontana dalla terra ferma e probabilmente interamente ricoperta da vegetazione, cioè da una fitta foresta. Solo in seguito, quando l’isola si congiunse con l’attuale Puglia la foresta si ridimensionò, mantenendo però le proprie peculiarità che ancora oggi (almeno in parte) è possibile ancora notare.

Abbiamo detto quasi tutto sulla Foresta del Gargano. Ma una domanda sorge spontanea: perchè Umbra? Perché Foresta Umbra? In realtà non c’è una risposta certa. Ma esistono numerosi e differenti ipotesi.

Cominciamo con la prima, forse la più ovvia. Si pensa infatti che la parola ‘Umbra’ derivi da ombra. Un aggettivo determinato alla fitta vegetazione presente che lascia trapelare appena qualche raggio di sole determinando oltre ad una grande umidità (fonte vitale per numerose forme di vita), anche una grande ombra e da qui il nome Umbra.

La seconda ipotesi sembra essere maggiormente legata al passato. Si pensa infatti che in passato nella Foresta Umbra vivesse una popolazione di origine Umbra. Ma purtroppo non si hanno numerose notizie a riguardo.

Negli anni il polmone verde del Gargano subì notevoli sciagure. Dagli incendi (spesso di natura dolosi) al disboscamento selvaggio. Ma fortunatamente tutto ciò non ha influito sulla crescita della foresta ceh oggi sembra più viva che mai.

La vita di questo territorio è determinata principalmente dal sottobosco che ospita funghi, fiori, larve ed insetti di ogni specie. Gran parte della flora e della fauna del sottobosco si ciba del legname (mediante dei lunghissimi processi di decomposizione), un elemento presente in gran quantità nell’intera foresta. Difatti è il faggio il vero simbolo di questo luogo, ed è spesso il protagonista di questo territorio unico.

 

Conclusione

La Foresta Umbra è un luogo che non puoi ignorare se quest’anno hai scelto il Gargano per le tue vacanze in Puglia. Un luogo che senz’altro ti lascerà senza parole e che difficilmente dimenticherai. Non perdertelo! 😉

Informazioni sull'autore

By welcom30 / Administrator, bbp_keymaster

Follow welcom30
on Lug 22, 2017

Cos’è Welcome Gargano?

La nostra è un'associazione di giovani imprenditori per promuovere, migliorare e far crescere il nostro territorio. Un'impresa ardua con tantissime difficoltà in un momento così difficile per l'economia nazionale, ma noi ce la stiamo mettendo davvero tutta.

Continua a navigare sul nostro portale per non perderti le innumerevoli occasioni inserite all'interno di questo progetto grazie alle strutture alberghiere viestane.

Ci vediamo quì!

Iscriviti alla newsletter:

Seguici su Facebook: